Sempre al
tuo fianco

Proprietario unico e mutuo cointestato

mutuo casa

Intestatario del mutuo e proprietario devono coincidere.

Per detrarre gli interessi passivi pagati per un Mutuo cointestato ipotecario finalizzato all’acquisto dell’abitazione principale, è necessario essere, oltre che intestatario del mutuo, anche proprietario dell’immobile.

Il padre, pertanto, non potrà usufruire di alcun beneficio.

Mutuo cointestato unico proprietario e detrazione mutuo cointestato.

Il figlio, invece, unico proprietario dell’immobile e cointestatario del contratto di mutuo, avrà diritto a detrarre gli interessi passivi mutuo cointestato, ma solo in proporzione alla propria quota.

Documentazione obbligatoria per la detrazione

Per il riconoscimento della detrazione bisogna esibire al Caf:

  • copia del contratto di mutuo
  • contratto di compravendita
  • certificazione relativa agli interessi passivi rilasciati dalla banca.

1° Esempio 

Nel caso di più intestatari del mutuo, con il figlio che acquista prima casa di cui risulta unico proprietario e padre come cointestatario del contratto di mutuo la detrazione è possibile solo per il “figlio” in quanto rispetta il doppio requisito sopra enunciato.

Il Padre invece, non ha diritto ad alcun beneficio fiscale, e il 50% degli interessi passivi certificati dalla banca andrà perso.

2° Esempio 

Nel caso di due coniugi, se il marito e la moglie sono sia intestatari dell’immobile che del contratto di mutuo e la moglie non avendo redditi superiori a 2840,51 euro risulta fiscalmente a carico del marito, quest’ultimo potrà detrarre l’intera quota indicata nella certificazione.

Quando si deve effettuare l’acquisto dell’immobile

L’acquisto deve avvenire nell’anno antecedente o successivo alla stipula del mutuo.

Pertanto si può prima acquistare l’immobile ed entro un anno stipulare il contratto di mutuo. Oppure prima stipulare il contratto di mutuo ed entro un anno sottoscrivere il contratto di compravendita.

La detrazione spetta solo per il periodo in cui l’immobile è utilizzato come abitazione principale.

Il diritto alla detrazione viene meno a partire dal periodo d’imposta successivo a quello in cui l’immobile non è più utilizzato come abitazione principale.

Se il contribuente torna ad adibire l’immobile ad abitazione principale, in relazione alle rate pagate a decorrere da tale momento, può fruire nuovamente della detrazione.

DEVI PRESENTARE IL MODELLO 730 PRECOMPILATO? PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO E CLICCA QUI.

Condividi la notizia sui Social
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on whatsapp
Redazione CAF Fenalca
Redazione CAF Fenalca

ll centro assistenza fiscale svolge attività di assistenza fiscale nei confronti dei lavoratori dipendenti, dei pensionati, degli iscritti al Sindacato Fenalca e dei contribuenti non titolari di lavoro autonomo e di impresa.

Vedi tutti i post pubblicati

Articoli Correlati

87 risposte

  1. mia moglie è proprietaria di immobile con mutuo, adibito ad abitazione principale, essendo senza reddito, ma a mio carico può detrarre gli interessi passsivi?

    1. Da ciò che intendiamo, solo sua moglie può usufruire della detrazione in quanto unica proprietaria dell’immobile. Inoltre, essendo un mutuo cointestato, potrà usufruire della detrazione solo per la quota di mutuo per la quale risulta intestataria da contratto (presumiamo 50%).
      Cordiali saluti

    2. Io e mio marito stiamo per stipulare un mutuo per la nostra prima casa. La mia domanda é : meglio intestare la casa a tutti e due e anche il mutuo?
      O meglio intestare la casa a uno di noi e il mutuo ad entrambi? Quali sono gli eventuali vantaggi e svantaggi per il futuro. Grazie mille

      1. Buongiorno,
        dipende dalla vostra situazione fiscale, la detrazione in fase di dichiarazione dei redditi deve rispettare il doppio requisito di “proprietario” e “intestatario del mutuo”.
        Ci contatti le indicheremo la nostra sede CAF più vicina per un attenta valutazione della sua situazione fiscale.
        Cordiali saluti

  2. Sono proprietaria di un immobile al 100% ma ho un mutuo cointestato con mia madre al 50%. In caso di decesso di mia madre, essendo io unica proprietaria dell’immobile, è possibile per me fare l’accollo della porzione di mutuo intestata a mia madre senza coinvolgere gli altri eredi (mio padre e mia sorella)? In caso affermativo, che tipo di documentazione dovrei presenatare alla banca? C’è bisogno di una scrittura private autenticata con gli eredi?
    Cordiali saluti.

    1. Presumiamo sia possibile, ma non sappiamo che tipo di documentazione sia necessario produrre o il tipo di procedura da seguire. Si tratta di un settore che non riguarda la nostra attività, grazie.

    2. Buonasera, sono proprietaria di un appartamento sul quale grava un mutuo a me intestato. Le rate del mutuo vengono però addebitate sul conto corrente di mio padre. Posso portare in detrazione gli interessi passivi ?

      1. Buongiorno,
        Purtroppo nella fattispecie indicata, non è possibile detrarre un onere che lei non sostiene.
        Cordiali saluti

  3. Buonasera,
    è possibile, per l’ acquisto di un’immobile, intestare il mutuo ad una solo persona ma concederlo considerando i redditi di entrambi i soggetti?

    1. Buonasera,
      Io e mia moglie vorremmo acquistare un appartamento l’unico reditto è il mio ma x via della mia età 60 il mutuo erogabile dovrò renderlo in 15 anni con una cifra non indifferente.
      Essendo mia moglie più giovane di me 50 anni
      È possibile un mutuo per 20 anni
      Vi ringrazio anticipatamente per una vostra risposta

      1. Buongiorno,

        possiamo risponderle su un quesito di natura fiscale, ma non essendo un istituto bancario non possiamo darle indicazioni in tal senso.
        Mi dispiace.

  4. Buonasera,
    Sono cointestatario di un mutuo, insieme a mio padre e mio fratello, per l’acquisto di un immobile che è di proprietà al 50% di mio padre ed al 50% di mia madre come abitazione principale. Nello stesso immobile abitiamo e abbiamo la residenza sia io che mio fratello. Può detrarre gli interessi passivi solo mio padre o ne abbiamo diritto anche io e mio fratello? Grazie della risposta

  5. Salve,
    la mia situazione e’ come quella descritta da piu’ persone in questa pagina, cioe’ intestatario al 100% dell’immobile ma mutuo cointestato con mio padre. Ora, assodato che gli interessi passivi li scarico al 50% per quanto riguarda il capitale residuo mutuo da dichiarare i fini ISEE anche qui devo dichiarare la meta’ del capitale residuo oppure l’intera cifra visto che comunque il mutuo lo pago soltanto io con addebito sul mio conto corrente?
    Grazie

    1. Nell’isee vale il principio che il mutuo è legato all’immobile e non alla persona.
      Quindi nell’isee la persona intestataria dell’immobile al 100% può portarsi l’intero mutuo residuo al 31/12/2016 (per quanto riguarda quest’anno).
      Cordiali saluti.

  6. Buonasera, mio marito ha fatto o da garante o cointestato il mutuo non sa bene cosa ha fatto con la mamma ma non è proprietario dell’immobile e solo la mamma proprietaria della casa vorrei sapere se adesso mio marito può chiedere un mutuo per lui .

    1. Buongiorno signora,
      da un punto di vista fiscale, suo marito potrebbe detrarre la quota relativa al mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale qualora risulti proprietario ed intestatario del mutuo.
      Se voleva chiederci se la banca gli concede un altro mutuo, questo non possiamo saperlo chiaramente.
      Cordiali saluti.

  7. Buongiorno,
    io e il mio compagno vorremmo comprare casa. Io però sono già proprietario di un’altra casa. E’ possibile cointestare il mutuo a entrambi e la casa al 100% solo ad uno? Se si, quali sono le controindicazioni? Si perdono gli sgravi sulla prima casa, piuttosto che le agevolazioni per minori di 35 anni, ecc…?!?

    Grazie mille

    1. Buongiorno,
      Dal 1° gennaio 2016, i benefici fiscali sono stati estesi anche al contribuente che è già proprietario di un immobile acquistato con le agevolazioni prima casa, a condizione però che la casa già posseduta sia venduta entro un anno dal nuovo acquisto, altrimenti chiaramente decadono. L’agenzia delle Entrate ha pubblicato un guida molto esaustiva su tale argomento. AI fini del 730 solo con chi possiede la “doppia condizione” di intestatario del mutuo e proprietario dell’immobile può detrarre la propria quota di interessi passivi, perciò in base alle vostre scelte sarà possibile o meno usufruire dell’agevolazione in esame in tale articolo.
      Cordiali saluti.

  8. Buonasera, vorrei gentilmente chiederli delle informazioni.
    Io e il mio fidanzato abbiamo acquistato una casa dove io sono la propietaria al 100% pero ho il mutuo cointestato al 50% con lui. Lui ha un figlio con un’altra ragazza. Le mie domande e preoccupazioni sono :
    In caso che non vogliamo stare più insieme lui a diritto alla casa?
    In caso che lui non conviva più con me e non mi chiede la metà della casa perché non le interessa, sendo lui contestatario del mutuo suo figlio mi può chiedere parte della casa?
    Grazie mille, aspetterò la sua risposta.

    1. La inviterei a chiedere una consulenza legale prima che fiscale per questo tipo di situazione. Non riguarda la nostra sfera di competenza.
      Cordiali saluti

  9. Buongiorno,

    nel marzo 2016 io mia moglie e mio padre abbiamo stipulato un contratto di mutuo (quindi tutti e 3 cointestatari) al fine di acquisto prima casa, intestata a me e mia moglie. Adesso finalità surroga e detrazione vorrei procedere ad accollo della quota di mio padre, ma la banca non vuole procedere a questa operazione. Vorrei capire se in questa situazione particolare la banca ha la facoltà di rifiutare (non per la mia situazione reddituale mi è stato detto).

    1. Purtroppo non sappiamo darle indicazioni precise in tal senso.
      Possiamo darle informazioni relativamente alla normativa fiscale, ma non sulle motivazioni addotte dalla banca per la sua pratica di accollo mutuo.
      Cordiali saluti

  10. Buongiorno
    Vorrei chiedere come comportarmi nel seguente caso:
    Io unico proprietario di immobile (prima casa) in comunione dei beni con mia moglie (nessuna proprietà come prima casa), contrarremo un mutuo per l’acquisto della prima casa di nostra figlia.
    Il mutuo sarà cointestato a tutti e tre.
    La domanda è: quale sarà l’imposta da versare per il mutuo concesso? Ho dubbi su chi dovrà versare lo 0,25% (agevolazione prima casa) e chi il 2%.

    Grazie

    Saluto cordialmente

    1. In merito a questo tipo di quesito, non siamo in grado di aiutarla, perché non è una situazione che riguarda la compilazione del Mod.730, grazie.

  11. Salve ho un mutuo cointestato con la mia ragazza, ma l’immobile é intestato solo a lei, io ho problemi con equitalia, nella peggiore delle ipotesi a cosa vado in contro? Grazie

    1. Buonasera, dipende dalle sue peggiori ipotesi…sarebbe opportuno rivolgersi ad un consulente. Si ci contatta attraverso il link qui allegato la potremo mettere in contatto con uno dei nostri professionisti sul territorio se a Lei vicini. Grazie
      http://www.fenalca.it/contattaci/

  12. Buongiorno,sono cointestatario con mio padre del mutuo mentre l’abitazione cointestata con mia moglie al 50% e senza reddito.posso detrarre tutti gli interessi passivi solo io o al max dividerli con mio padre? Grazie

  13. Mia moglie ha ereditato una proprietà sulla quale abbiamo fatto un mutuo per costruzione da adibire ad abitazione princiapale. Mia moglie casalinga ,non ha reddito oltre sopracitata proprietà e risulta a mio carico.
    Posso scaricare tutti gli interessi passivi ho solo il 50% ? Grazie

    1. Se lei e proprietario dell’immobile può fruire dell’agevolazione per il 50%, altrimenti no; inoltre, in particolare, per il mutuo relativo alla costruzione dell’abitazione principale, la quota di interessi del coniuge fiscalmente a carico non può comunque essere portata in detrazione dall’altro coniuge. Cordiali saluti

      1. Buongiorno,

        per quanto concerne la parte “operativa” ovvero l’intestazione del contratto di mutuo e l’acquisto dell’immobile può farlo come da sue esigenze.
        Per quanto concerne invece la normativa fiscale, la detrazione degli interessi passivi è spettante esclusivamente a lei nella quota pari al 50% di quanto certificato dalla banca in quanto solo lei rispetta il doppio requisito di intestatario contratto di mutuo e proprietario immobile.
        Cordiali saluti

  14. Salve io o comprato prima casa nel 2016 però il muto lo fato con il garante la casa e intestata solo a me invece il conto del muto a me e il garante quando o fatto 730.mi hano detto che o dirito solo 50 % del muto .Il motivo mi hano detto che pur troppo il mìo contrato non permette 100% che o il contrato di colf badante po essere vero???

    1. Essendo il mutuo cointestato, in questa situazione, è vero, le spetta solo il 50% dell’agevolazione. Saluti

    2. Sono sposato in separazione dei beni, l’immobile è intestato a mia moglie come prima casa, io ho la stessa resIdenza e conviviamo. Mia moglie è a mio carico e non fa dichiarazione dei redditi in quanto non lavora. Siamo cointestatari del mutuo. Posso dettare gli interessi passivi? In che quota?

      1. No, non può detrarre gli interessi passivi poiché non rispettato il doppio requisito proprietario immobile/intestatario mutuo.
        Cordiali saluti

        1. Salve,
          Mi chiamo vania ho 29 anni avrei bisogno di qualche informazione, io e il mio compagno stiamo per comprare casa ma al momento e solo lui ad avere un reditto per poter chiedere prestito alla banca. La casa andrà intestata a 2 persone ma è solo lui ad avere il reddito, la mia domanda è l’immobile vale anche per me che non ho un reditto cioè un 50% e 50% o alla fine è lui a usufruire del bene? visto che sto contribuendo e ho alcuni miei risparmi per poter acquistarla.
          Cordiali saluti
          Grazie mille

          1. Buongiorno,
            non si comprende a qual fine fiscale è rivolta la sua domanda; la casa se intestata a tutti e due sarà ovviamente anche di sua proprietà.
            Cordiali saluti

  15. Sono proprietaria di un appartamento acquistato con mutuo prima casa, dopo un pò di anni ho acquistato in conproprietà un appartamento con un muto prima casa per mio marito e seconda casa per me, qui abbiamo la residenza e abbiteamo. ora io pago tasse su tutti è due appartamenti come se fosero la seconda casa e non posso scaricare gli interessi del mutuo ne su uno ne su altro nel primo perche anche se nel atto è scritto la prima casa non ho la residenza li e nel secondo perché anche se ho la residenza li nel atto è scritto la seconda casa… io trovo che sia assurdo… non posso avere due seconde case e nessuna prima casa …cosa bisogna fare? grazie

    1. Da quanto intendiamo, purtroppo, dobbiamo confermarle che non è possibile fruire dell’agevolazione relativa agli interessi passivi su mutuo per acquisto abitazione principale. Non sappiamo se sia possibile effettuare modifiche relative all’atto del secondo immobile acquistato che costituisce ora la sua abitazione principale.

  16. Buongiorno,
    mia moglie, fiscalmente a mio carico, è proprietaria al 100% di un appartamento adibito ad abitazione principale, abbiamo contratto un mutuo cointestato, quindi il requisito “proprietario e intestatario mutuo” è soddisfatto solo nel caso di mia moglie, posso detrarre il “suo” 50% facendo dichiarazione dei redditi congiunta?
    grazie

    1. Se sua moglie è fiscalmente a carico, non ha redditi superiori a 2840 euro o addirittura sono assenti.
      La detrazione viene persa in ogni caso perché anche se fa una congiunta, poiché sua moglie è incapiente ovvero non versa irpef.
      Cordiali saluti.

  17. Il mio fidanzato ha un immobile da ristrutturare vorremo fare un mutuo cointestato ma essendo lui unico proprietario io avro qualche diritto sull’ immobile

    1. Per fruire della detrazione relativa agli interessi passivi su mutuo ipotecario per la ristrutturazione edilizia ai sensi dell’art.3, comma 1, lettera d), del DPR 380/2001, una delle condizioni necessarie richiede di essere proprietari dell’immobile: in questa situazione intendiamo che, se il contratto di mutuo è cointestato, il suo fidanzato può fruire dell’agevolazione fiscale al 50%. Da ciò che intendiamo lei non ha diritti reali sull’immobile.
      Cordiali saluti

  18. Mia moglie è unica proprietaria Dell immobile, ed è ha un mutuo cointestato con me la domanda è la seguente:non avendo reddito mia moglie può o non può usufruire degli interessi passivi e in che percentuale

    1. Buongiorno,
      No, purtroppo la detrazione andrà persa. Sua moglie non ha redditi e pertanto non può detrarre la quota di sua spettanza, mentre lei non essendo proprietario dell’immobile non può detrarre a sua volta nulla.
      Cordiali saluti

  19. Buongiorno.
    Nel 2008 ho acquistato una casa di cui sono proprietario al 100% e stipulato un mutuo cointestato con mio padre. Ho sempre pagato io integralmente le rate del mio mutuo attraverso addebito su mio c/c (intestato solo a me).
    Tuttavia ho sempre potuto detrarre solo il 50% degli interessi passivi essendo mio padre cointestatario del mutuo. Mio padre invece non può detrarre nulla perchè non è proprietario.
    Ora leggo della possibilità di “accollo interno” tra i coniugi (come da circolare 20/E del 2011). Questa possibilità è applicabile anche al caso padre/figlio e quindi al mio caso?
    Grazie

  20. Salve, gentilmente avrei bisogno di sapere se è possibile cointestare un mutuo ma indicare solo uno dei titolari come proprietario dell’immobile. I due cointestatari non sono né coniugi né conviventi.
    È possibile farlo in fase di rogito?

    1. Mi dispiace ma non possiamo fornirle indicazioni in merito, deve rivolgersi al notaio che curerà il rogito.
      Grazie

  21. Possiedo una casa al 50% con mia moglie e ho un mutuo intestato solo a mio nome che pago solo io.
    dato che siamo separati, per quanto riguarda l’importo da inserire per il calcolo dell’Isee devo mettere il 100% dell’importo o il 50%?
    Grazie

    1. Il debito residuo di capitale inerente il mutuo, risultante al 31 dicembre, deve essere dichiarato in base alla percentuale di possesso dell’immobile
      e non in riferimento agli intestatari del mutuo; quindi, ad esempio, se due soggetti acquistano un immobile in comproprietà (50% cadauno), ma solo
      uno dei due contrae il mutuo per l’acquisto, il relativo capitale residuo al 31 dicembre verrà portato in detrazione da entrambi i proprietari dell’immobile
      nel limite della loro quota di possesso (50%).
      Cordiali saluti

  22. La sentenza CTR Piemonte n. 178/3/19 del 6 febbraio 2019 ha consentito la detraibilità integrale degli interessi su mutuo cointestato all’unico proprietario dell’immobile.

  23. DOMANDA……….
    Salve, con la mia compagna abbiamo deciso di fare casa nel suo terreno che gli ha donato suo padre, quindi lei è proprietaria dei terreni dove abbiamo cotruito la casa che oggi ne è unica proprietaria. Abbiamo stipulato due mutui prima casa, dove io sono cointestatario di entrambi i mutui. Casa ultimata a dicembre e a gennaio 2019 siamo residenti li. Volevo chiedere se possiamo entrambi scaricare il 50% di entrambi gli interessi passivi di entrambi i mutui in misura max di 4000€? i 4000€ sono per entrambi o sono singolarmete? io posso scaricarmi il 50% se sono solo cointerstatario del mutuo ma non proprietario. Lei può scaricarsi solo il 50%? non tutto lei? Grazie..

    1. Buongiorno,
      non sappiamo come abbiate fatto a richiedere due mutui con agevolazione prima casa, visto che l’agevolazione viene concessa una sola volta.
      Comunque per la “costruzione” dell’abitazione principale, perché di quello si tratta, il limite non è pari a 4000 ma bensì a 2.582,82 euro che vanno divisi tra gli intestatari del mutuo.
      Tuttavia per lei non è possibile usufruire della detrazione poiché non rispettato il vincolo “proprietario-intestatario” mentre la signora può usufruire del 50% della detrazione pari a 1.291,40 euro.
      Cordiali saluti

  24. Buongiorno avrei una domanda,
    io e mia moglie vorremmo stipulare un mutuo di ristrutturazione per la nostra casa; ora, mia moglie e proprietaria della casa e sua madre e usufrutruaria. Io e mia moglie possiamo comunque stipulare un mutuo cointestato? (Considerando che mia moglie ha un contratto di apprendistato e io un contratto a tempo indeterminato)

    1. Buongiorno,
      il contratto di mutuo può essere richiesto, ma in fase di dichiarazione dei redditi solo sua moglie potrà detrarre il 50% degli interessi passivi versati.
      Se ovviamente non ha capienza Irpef, la detrazione andrà persa.
      Cordiali saluti

  25. Mutuo ed intestazione al rogito al 50% .Volevo sapere se posso cambiare e mettere un’ unico intestatario .Mille grazie.

    1. Buongiorno,
      Lei può farlo tranquillamente; tuttavia ai fini della dichiarazione dei redditi la detrazione non sarà “piena” poiché tale operazione potrebbe comportare un cambiamento dei parametri di riferimento.
      La invitiamo a rivolgersi ad una delle nostre strutture al fine di ricevere un assistenza diretta per la sua posizione fiscale.
      Cordiali saluti.

  26. Salve io ho mio suocero intestatario mutuo e ha donato immobile a mia moglie che e proprietaria lo scarico interesdi e solo dell intestatario mutuo o 50 e 50

    1. Buongiorno,
      nella casistica indicata la detrazione non è spettante; non viene rispettato infatti il doppio requisito Proprietario-intestatario da nessuno dei due soggetti indicati.
      Cordiali saluti

  27. Salve,mi chiamo Pasquale,vivo con mia madre e sono con lei nello stato di famiglia,in questi giorni stiamo aspettando risposta dalla banca per un mutuo,in primo momento solo a mia madre non hanno concesso il mutuo ma non per cattiva pagatrice ma bensì per l’età avendo 62 anni,quindi mi hanno chiesto di diventare cointestatario del mutuo,avendo una serie di dubbi al riguardo chiedo:posso essere cointestatario del mutuo ma rendere mia madre unica e sola proprietaria?facendo un’assicurazione sul mutuo posso farla prettamente solo per mia madre?in caso di decesso mi ritroverò a pagare la banca comunque o sarò coperto dall’assicurazione pienamente?in più quello che più mi preme sapere posso avere accesso ad un mutuo futuro per me?nel caso poi di comunque non fare un mutuo io ma dopo una serie di anni mi trovo a vivere in un nuovo appartamento magari comprato da una futura coniuge o di proprietà di essa mi risulta seconda casa?nel caso poi in cui decidessi di voler acquistare casa con lei posso farlo?grazie mille e scusate la serie di domande

    1. Buongiorno,
      quelle che pone non sono domande di natura fiscale, ma da rivolgere ad un consulente della sua banca.
      Cordiali saluti

  28. Salve, interessato ad approfondire il contenuto della sentenza da Lei indicata, ho provato ad effettuare una ricerca sul web, nonché sul portale Ctr della regione Piemonte, senza trovare nulla in riferimento.
    Potrebbe gentilmente allegare uno stralcio della sentenza in oggetto?
    Mi sarebbe di grande aiuto, in quanto mi trovo nella situazione di cointestatario di un mutuo prima casa con mia moglie, quest’ultima unica proprietaria, a mio carico ed in regime di separazione dei beni e vorrei poter detrarre gli interessi passivi.
    In attesa di riscontro porgo distinti saluti.

  29. Chiedo venia, ho omesso di indicare che la risposta ad un quesito sul presente forum è stata fornita dal Sig. Riccardo in data 27.03.2019 alle 19.51…la sentenza indicata è la NR.178 /3/19 DEL 6 FEBBRAIO 2019- CTR PIEMONTE.
    Ovviamente accetto conferma anche dalla Redazione.
    Ancora saluti.

    1. Buongiorno, i riferimenti della sentenza erano stati indicati non da noi ma dal Sig. Riccardo. al momento di tale sentenza non troviamo riscontri sui vari portali di ricerca. Grazie

  30. dovrei cointestare un mutuo (il secondo, il primo è quello dell’abitazione principale) per un acquisto di un immobile da intestare a persone di famiglia. Fiscalmente ho delle tasse da pagare in generale? le detrazioni li devo scaricare anche io?

    1. Buongiorno,
      non è prevista alcuna detrazione fiscale per la situazione da lei esposta.
      Cordiali saluti

  31. Buongiorno, io e la mia compagna (non siamo sposati) stiamo acquistando un immobile per il 90% io e il restante 10% lei in quanto per lei seconda casa. Faremo un mutuo intestato a me al 100% pagabile su un conto cointestato ad entrambi dove confluirà mensilmente una cifra tale da poter pagare la rata del mutuo.. La domanda è : gli interessi passivi del mutuo li potrò scaricare io al 100% senza problemi, visto che lei verserà la sua parte nel conto cointestato?
    grazie

    1. Buongiorno,

      nulla conta la percentuale di possesso dell’immobile; rispettato il doppio requisito di proprietario e intestatario del mutuo, può detrarsi l’intera quota certificata dalla banca.
      Cordiali saluti

  32. Buona sera,
    Avrei bisogno di un parere e consiglio :
    Nel 2006 io mio marito Ed i miei suoceri Costruiamo una casa e stipuliamo un mutuo ipotecario per la prima casa, sia la casa che il mutuo sono contestati a tutti e quattro, nel 2019 io e mio marito ci separiamo, io lascio la casa è in fase di separazione si decide che Io cedo la mia quota di casa a mio marito successivamente chiediamo alla banca con il quale c’è tutt’ora in atto il mutuo ipotecario l’accollo liberatorio nei miei confronti che però viene rifiutato.. quindi mi chiedo è l egittimo questo rifiuto della banca dal momento che io non sono più proprietaria dell’immobile? Posso essere titolare di un mutuo ipotecario prima casa non avendo più nessuna quota di proprietà? Esiste un modo per uscire da questa situazione? Grazie mille

    1. Buongiorno, non possiamo fornire alcuna risposta in merito in quanto dovrebbe valutare con la sua Banca tale motivazioni o rivolgersi ad un legale. Cordiali saluti.

  33. Salve, sono proprietaria di una villetta su cui grava un mutuo intestato a mio marito per il quaòle io sono anche garante. Chi dei due può detrarre gli interessi passivi di detto mutuo? grazie

    1. Buongiorno,
      nessuno dei due rispetta la doppia condizione di proprietario immobile/intestatario mutuo pertanto la detrazione andrà persa.

  34. Salve. mia moglie ed io abbiamo comprato casa con mutuo cointestato entrambi a fine dicembre 2019, propietari 50/50%. La mia domanda e!
    Per le detrazione fiscali sono obligato a fare il modelo unico o il 730? visto che non l’ho fatto prima? e se non lo faccio rischio di perdere il mio 50%. Cosa poso fare?

    1. Buongiorno,

      Fatta premessa che abbia un reddito da lavoro dipendente e assimilato, può presentare sia il modello 730 che il modello Unico per recuperare la detrazione relativa agli interessi passivi del mutuo.
      Cordiali saluti

  35. Buonasera se il proprietario è solo il marito è il mutuo è cointestato con la moglie che risulta non fiscalmente a carico, gli interessi passivi e oneri accessori sono detraibili per entrambi ? Grazie

    1. Buongiorno,
      No, solo lei può detrarre nella misura del 50% di quanto certificato dalla banca poiché rispetta la doppia condizione di proprietario dell’immobile e intestatario del mutuo; la parte relativa a sua moglie andrà persa.

  36. io sono già proprietario di un immobile e usufruito quindi già di agevolazioni per acquisto prima casa se decidessi di comprare casa con la mia compagna (per lei sarebbe acquisto prima casa) cointestandoci il mutuo e quindi la proprietà decadono le agevolazioni e un ulteriore cosa..l’Iva a quanto sarebbe?

    1. Buongiorno,
      se ci indica di dove è, le indicheremo la sede Fenalca più vicina che le potrà essere di supporto.
      Cordiali saluti

  37. Buongiorno, sono proprietario già di un appartamento (prima casa) e vorrei comprarne un altro ed intestarlo a mio figlio per evitare la tassazione seconda casa.
    Ho chiesto un mutuo ad una banca che sapendo che voglio intestarla a mio figlio, pretende ( o forse si fa cosi), che anche lui venga inserito nella pratica come cointestatario del mutuo. Io come mio figlio non possiamo cmq dedurre gli interessi passivi.
    Cioè, la mia domanda in sostanza è: come posso usufruire delle agevolazioni prima casa (IVA – imposta sostitutiva ridotte o quant’altro) per questo appartamento? Pensavo , ok mutuo cointestato ma casa interamente mio figlio. Ogni consiglio e delucidazione sono benvenuti. Grazie

    1. Buongiorno,
      L’agenzia delle Entrate con circolare 38/E del 12 agosto 2005 ha stabilito i requisiti per poter usufruire dell’Agevolazione per “acquisto della prima casa”; pertanto se tali indicazioni vengono rispettate è possibile usufruire in fase di atto di acquisto di una minor imposizione; nel caso contrario invece L’agenzia delle Entrate provvederà al recupero della minore imposta versata.

  38. Salve, vorrei un informazione… mi sapete
    Dire se si paga una tassa aggiuntiva all’atto di compravendita se sono unico proprietario di un immobile .. ma il mutuo cointestato?

    1. Buongiorno,

      non ci risulta la fattispecie da lei esposta, se ci dà maggiori chiarimenti la possiamo indirizzare ad una sede sul territorio che le sarà di supporto nella lavorazione della sua dichiarazione dei redditi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

UTILIZZA LA NOSTRA APP
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato sulle nostre ultime novità!

Ci impegniamo a proteggere la vostra privacy.

Articoli Popolari

Apri Sede CAF Fenalca

Visita la pagina e scopri i requisiti per diventare una sede CAF Fenalca, cosa occorre, e tutti i vantaggi dell'adesione.

Blog Fenalca

Scopri il nostro blog aggiornato periodicamente con tutte le notizie riguardanti ogni categoria.

Prenota Appuntamento

Compila il modulo e verrai ricontattato da un operatore che ti fornirà l’assistenza gratuita che necessiti.

Apri chat
Serve aiuto?
Ciao, come possiamo aiutarti?