Sempre al
tuo fianco

Modello ISEE 2023, info utili e come richiederlo

Modello ISEE 2023

Il Modello ISEE (Indicatore della situazione economico equivalente) rappresenta un documento che fotografa la situazione reddituale e patrimoniale di un nucleo familiare permettendo a quest’ultimi di ottenere una serie di bonus e agevolazioni fondamentali concesse dallo Stato, dalle Regioni e dai Comuni e qualsiasi ente ne faccia richiesta.

Di seguito proviamo a dare su come richiederlo.

Info utili su ISEE 2023

Come scritto già sopra, l’ISEE 2023 è un documento molto utile per i cittadini che vogliono ottenere agevolazioni e bonus dallo Stato. Il Modello ISEE 2022 scade il 31 dicembre 2022.

Sono tantissime le agevolazioni, tra cui possiamo trovare:

Vale la pena analizzare quali siano effettivamente le novità dell’ISEE 2023, rispetto a quella del 2022 nell’attesa di eventuali modifiche da parte del Governo. Nella fattispecie, è possibile considerare ai fini dell’ISEE corrente anche il patrimonio immobiliare e mobiliare dell’anno precedente, in sostituzione a quello dei due anni precedenti. Il tutto, però, rispettando dei requisiti specifici.

Per poter beneficiare della novità la variazione dovrà essere in riduzione: quindi, dal 2023 sarà possibile richiedere l’ISEE corrente variando le dichiarazioni DSU attraverso tre modalità:

  • la considerazione della sola variazione patrimoniale se superiore al 20%;
  • la rilevazione della sola variazione reddituale superiore al 25%;
  • il riporto di entrambe le variazioni.

Si specifica che la variazione patrimoniale va indicata per ogni componente del nucleo familiare, anche se alcuni non dovessero essere interessati. Ma, su questo, ti rimandiamo al nostro approfondimento sull’ISEE corrente.

Ma ci sono anche altre novità introdotte a partire dal 2022. In particolare, queste riguardano la variazione dell’ISEE corrente. Verrà estesa la sua validità, che oggi rimane di soltanto sei mesi: dal nuovo anno, la variazione del modello sarà valida fino al 31 dicembre dell’anno di riferimento. Se però la variazione riguarderà la componente reddituale, il modello ISEE corrente avrà comunque validità di sei mesi.

E ancora, con le novità introdotte viene stabilito che non vanno dichiarati tra il patrimonio immobiliare, gli immobili dichiarati inagibili o distrutti dopo calamità naturali. Tutte le variazioni reddituali possono essere comunicate dal periodo del primo gennaio fino al 31 marzo; le variazioni patrimoniali potranno, invece, essere riportate dal primo aprile.

Compilazione Modello ISEE 2023, giacenza media

Anche per richiedere il Modello ISEE 2023 c’è bisogno di dover presentare al CAF la giacenza media. Di cosa si tratta? Indica la consistenza dei conti che possediamo, delle prepagate e dei libretti postali dei membri della famiglia. Ottenerlo è molto semplice, basta richiederlo in banca o in posta, in alternativa se si possiede un app di banking, queste in genere mettono a disposizione la giacenza direttamente in app, così da facilitare l’operazione. In questo modo si va a ricavare un documento di saldo e giacenza che si ferma al 31 dicembre dell’anno di riferimento (in questo caso il 2021). Ricordiamo che l’ISEE 2023 può essere richiesto dal primo gennaio.

Modello ISEE 2023, i documenti da presentare

Adesso proviamo a capire quali sono i documenti da dover presentare per richiedere l’ISEE 2023. Ricordiamo sempre che riguardano i dati reddituali e i conti di ogni singola persona all’interno del nucleo familiare. Ecco quindi cosa serve:

  • Documento di identità del richiedente
  • Codice fiscale del richiedente e di tutti i componenti del nucleo familiare;
  • Contratto di affitto registrato;
  • Modello 730 e Modello Redditi;
  • Modelli CU, Certificazione Unica, certificazioni su compensi, indennità, borse di studio, redditi prodotti all’estero etc.;
  • Depositi bancari, postali, libretti, titoli di stato, azioni, buoni fruttiferi etc.;
  • Certificazioni catastali, successioni, documentazioni di patrimonio immobiliare anche detenuto all’estero, atti notarili di compravendita;
  • Quota capitale residua di mutui stipulati per l’acquisto o la costruzione di immobili di proprietà;
  • Estremi di registrazione al PRA di autoveicoli e motoveicoli con cilindrata superiore ai 500 cc;
  • Per soggetti diversamente abili certificato di invalidità e spese pagate per ricovero in strutture residenziali e volte all’assistenza personale.

Questione Reddito di Cittadinanza

L’ISEE è molto importante al fine di monitorare la situazione reddituale dei soggetti che percepiscono o che percepiranno il Reddito di cittadinanza. Chiunque benefici del Reddito di Cittadinanza deve assolutamente rinnovare il Modello con l’ISEE 2023. In caso contrario il beneficio sarà sospeso.

Dove presentare e come la DSU: Dichiarazione Sostitutiva Unica

Per poter presentare la domanda per l’ISEE 2023 bisogna consegnare la DSU, ovvero la Dichiarazione Sostitutiva Unica ad un Caf. Si tratta di un documento che al suo interno contiene i dati anagrafici, di reddito e patrimoniali del nucleo familiare e vale dal momento della domanda fino al 31 dicembre. La si può compilare anche il 28 dicembre, avrà comunque valenza fino al 31 dicembre di quell’anno.

Sottolineiamo che una parte dei dati contenuti nella DSU sono auto dichiarati dal cittadino, mentre altri in parte sono presi dall’INPS ed altri ancora dall’Agenzia delle Entrate.

Come calcolare ISEE 2023

Il calcolo dell’ISEE 2023 non viene svolto dal CAF o dalla struttura in cui si fa richiesta, ma dall’INPS che restituisce poi il documento relativo alla propria situazione finanziaria. Si attua attraverso un rapporto tra indicatore di situazione economica e la scala di equivalenza che consente di comparare i redditi con altri strutture. Esistono una serie di parametri da prendere in considerazione in base ai componenti:

  • 1,00
  • 1,57
  • 2,04
  • 2,46
  • 2,85

Questi possono avere una variazione: ogni nuovo componente ha valore dello 0,35; componenti con disabilità o non autosufficiente ha una maggiorazione dello 0,50; Se all’interno della famiglia sono presenti tre figli troviamo lo 0,2; quattro figli 0,35 e cinque 0,5.

Anche in un nucleo con un solo genitore che non lavora e minorenni c’è la maggiorazione.

Ecco i documenti per richiedere il Modello ISEE

Clicca qui

Cerca la sede Caf più vicina e prenota appuntamento

Clicca qui

Condividi la notizia sui Social
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Redazione CAF Fenalca
Redazione CAF Fenalca

ll centro assistenza fiscale svolge attività di assistenza fiscale nei confronti dei lavoratori dipendenti, dei pensionati, degli iscritti al Sindacato Fenalca e dei contribuenti non titolari di lavoro autonomo e di impresa.

Vedi tutti i post pubblicati

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

UTILIZZA LA NOSTRA APP
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato sulle nostre ultime novità!

Ci impegniamo a proteggere la vostra privacy.

Articoli Popolari

Apri Sede CAF Fenalca

Visita la pagina e scopri i requisiti per diventare una sede CAF Fenalca, cosa occorre, e tutti i vantaggi dell'adesione.

Blog Fenalca

Scopri il nostro blog aggiornato periodicamente con tutte le notizie riguardanti ogni categoria.

Prenota Appuntamento

Compila il modulo e verrai ricontattato da un operatore che ti fornirà l’assistenza gratuita che necessiti.

Apri chat
Serve aiuto?
Ciao, come possiamo aiutarti?