Perchè si presenta?

Il Modello ISEE corrente consente di aggiornare i dati reddituali di una DSU già presentata a seguito di una modifica della situazione lavorativa di almeno un componente il nucleo familiare.

La modifica deve aver determinato una variazione della situazione reddituale complessiva del nucleo stesso.

L’ISEE corrente quindi può essere richiesto quando per almeno un componente del nucleo familiare, nei 18 mesi antecedenti la richiesta della prestazione si verifica una delle seguenti situazioni:

  • è intervenuta la risoluzione del rapporto di lavoro ovvero la sospensione/riduzione dell’attività lavorativa (dimissioni volontarie/licenziamento),
  • lavoratore dipendente a tempo determinato, non occupato alla data della presentazione della DSU ma che possa dimostrare di essere stato occupato con dette forme contrattuali per almeno 120 giorni nei 12 mesi precedenti la conclusione dell’ultimo rapporto di lavoro,
  • lavoratore autonomo non occupato alla data di presentazione della DSU che ha cessato l’attività.

Viene pertanto data la possibilità di calcolare un ISEE corrente basato sui redditi degli ultimi 12 mesi.

Scadenza del Modello ISEE Corrente

Con il decreto Crescita è stata introdotta l’importante novità in merito alla durata del modello, che passa da 2 a 6 mesi dal momento della presentazione.

Documentazione necessaria per l’ISEE Corrente

Per la richiesta dell’ISEE corrente è necessario compilare l’apposito Modulo Sostitutivo MS della DSU al quale deve allegata la documentazione e certificazione attestante:

  • la variazione della situazione lavorativa(ad es.lettera di licenziamento,cessazione partita IVA,ecc.)
  • le componenti reddituali aggiornate (busta paga, ecc.)

 



Cerca la sede più vicina a te o contattaci per maggiori informazioni
Condividi sui social