Lavoratori dipendenti : Bonus 100 euro

L’articolo 63 del Decreto Legge n. 18 del 17 Marzo 2020 (Decreto Cura Italia) emesso a seguito ell’emergenza Coronavirus ha introdotto per lo stipendio di marzo una misura specifica per i lavortori dipendenti che hanno continuato a lavorare in sede e non in smart working.

La somma erogata una tantum è pari a 100 euro netti corrisposti direttamente nella busta paga di marzo e deve essere rapportata al numero di giorni svolti in sede nel mese in quanto non è stato possibile svolgere l’attività lavorativa in smart working.

A chi spetta il Bonus 100 euro in busta paga?

Il Bonus è riconosciuto ai titolari di redditi di lavoro dipendente di cui all’art. 49, co. 1, del Dpr. n. 917/1986.

Il requisito di accesso è il reddito complessivo da lavoro dipendente dell’anno precedene che non deve essere superiore ad euro 40.000.

Il Bonus è esente da tassazione

Il bonus non concorre alla formazione del reddito di lavoro dipendente ed è esentasse quindi non è soggetto ad IRPEF.

Come si ottiene il Bonus 100 euro del Decreto Cura Italia?

I datori di lavoro riconoscerano automaticamente l’incentivo a partire dalla retribuzione corrisposta nel mese di aprile e comunque entro il termine di effettuazione delle operazioni di conguaglio di fine anno.

Chi sostiene il costo del Bonus 100 euro del decreto Cura italia?

Il Bonus dei 100 euro non sono a carico del datore di lavoro in quanto ne dovrà solo anticipare l’importo in quanto cosi come previsto al co. 3 dell’art. 63 del Dl 18/2020 (Decreto Cura Italia)  è previsto che i sostituti d’imposta possono compensare l’incentivo erogato in busta paga mediante l’istituto di cui all’art. 17 del D.Lgs. 241/1997.

Condividi la notizia sui Social
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on whatsapp
Redazione CAF Fenalca
Redazione CAF Fenalca

ll centro assistenza fiscale svolge attività di assistenza fiscale nei confronti dei lavoratori dipendenti, dei pensionati, degli iscritti al Sindacato Fenalca e dei contribuenti non titolari di lavoro autonomo e di impresa.

Vedi tutti i post pubblicati

Articoli Correlati

15 risposte

  1. Buongiorno volevo sapere se ho diritto a questa agevolazione oppure ad altre in quanto il mio contratto determinato è scaduto il 6/3/2020
    Ero cassiera presso una pizzeria d ‘asporto
    Grazie
    Rosanna

    1. Ma ha verificato se può presentare domanda di disoccupazione? Il Bonus non le spetta in quanto di certo il suo lavoro non sarebbe potuto essere svolto in smartworking considerando che le pizzerie da asporto dovrebbero anche essere chiuse. Inoltre il bonus sarebbe su base giornaliera per il mese di marzo, mese in cui non ha lavorato se non per 6 giorni.
      Cordiali saluti

    1. Se ci si trovava in ferie o in malattia cme è possibile stare a lavorare indipendentemente dalla modalità smart o in ufficio? Quindi si riiene che non sia possibile.

  2. Salve! Vorrei sapere se anch’io ho diritto al bonus di 100euro.. lavoro part time con un contratto a tempo indeterminato in una pizzeria. Ho lavorato tutto il periodo di marzo!

    1. Buonasera, dovrebbe confrontarsi con il consulente del lavoro della sua azienda anche se le pizzerie non potevano essere aperte in quanto non autorizzate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UTILIZZA LA NOSTRA APP
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato sulle nostre ultime novità!

Ci impegniamo a proteggere la vostra privacy.

Articoli Popolari
Apri chat
Serve aiuto?
Ciao, come possiamo aiutarti?