Sempre al
tuo fianco

ISEE Corrente, novità importante. Ecco come richiederlo

ISEE Corrente novità

Il modello ISEE corrente serve a scattare una fotografia aggiornata della condizione economica dei nuclei familiari.

Come per il modello ordinario, che fa riferimento a redditi e patrimoni di due anni prima, anche il modello Corrente è utilizzato per accedere ad una serie di prestazioni a cui si ha diritto in base a requisiti economici.

Presentando una DSU CORRENTE, il calcolo viene basato sui redditi degli ultimi dodici mesi, o anche solo degli ultimi due mesi in caso di perdita, sospensione o riduzione del lavoro o interruzione dei trattamenti previdenziali, assistenziali e indennitari.

Novità, ecco il Modello Corrente anche per variazioni patrimoniali

In seguito alla pubblicazione del decreto direttoriale del 7 settembre 2021, il modello corrente potrà essere richiesto non solo in caso di variazioni sul fronte lavorativo o reddituali, ma anche in caso di riduzione del patrimonio per più del 20% nel corso di un anno.

A partire dal 1° aprile di ogni anno, infatti, si prenderanno in considerazione i patrimoni posseduti alla data del 31 dicembre precedente alla DSU.

Se ricorrono le condizioni per aggiornare redditi e patrimoni, l’ISEE corrente avrà comunque validità fino al 31 dicembre dell’anno di presentazione per richiedere prestazioni sociali agevolate.

Cosa fare con un ISEE corrente con dati difformi o omessi?

Se si riscontrano omissioni o difformità nei dati del modello corrente, il cittadino può chiedere:

  • ugualmente la prestazione sociale utilizzando l’ISEE corrente con omissioni o difformità. L’Ente erogatore della prestazione potrà richiedere al cittadino ulteriore documentazione per comprovare la completezza e la veridicità dei dati indicati nella dichiarazione
  • un nuovo ISEE Corrente correggendo le difformità ed integrando le omissioni
  • al CAF la rettifica della DSU errata, retroattiva, se sia stata presentata tramite CAF e quest’ultimo abbia commesso un errore materiale.

Quali sono le sanzioni per l’ISEE corrente non veritiero?

Se, a seguito dei controlli, si riscontra una accertata indebita fruizione di prestazioni agevolate a seguito di una DSU non veritieri, viene applicato il seguente il regime sanzionatorio per il dichiarante (art. 75 e 76 del DPR n. 445 del 28 dicembre 2000):

  • non potrà più ottenere il rilascio del mod. corrente per un periodo di due anni
  • decadenza dalla prestazione sociale collegata modello corrente
  • revoca dei benefici già erogati
  • divieto di accesso a contributi, finanziamenti e agevolazioni per un periodo di 2 anni decorrenti da quando l’amministrazione ha adottato l’atto di decadenza
  • applicazione di sanzione penale.

Devi richiedere il tuo Modello Isee Corrente? Clicca qui e prenota un appuntamento

Vuoi conoscere quali documenti servono per richiedere il Modello Isee Corrente? Clicca qui

Condividi la notizia sui Social
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on whatsapp
Redazione CAF Fenalca
Redazione CAF Fenalca

ll centro assistenza fiscale svolge attività di assistenza fiscale nei confronti dei lavoratori dipendenti, dei pensionati, degli iscritti al Sindacato Fenalca e dei contribuenti non titolari di lavoro autonomo e di impresa.

Vedi tutti i post pubblicati

Articoli Correlati

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

UTILIZZA LA NOSTRA APP
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato sulle nostre ultime novità!

Ci impegniamo a proteggere la vostra privacy.

Articoli Popolari

Apri Sede CAF Fenalca

Visita la pagina e scopri i requisiti per diventare una sede CAF Fenalca, cosa occorre, e tutti i vantaggi dell'adesione.

Blog Fenalca

Scopri il nostro blog aggiornato periodicamente con tutte le notizie riguardanti ogni categoria.

Prenota Appuntamento

Compila il modulo e verrai ricontattato da un operatore che ti fornirà l’assistenza gratuita che necessiti.

Apri chat
Serve aiuto?
Ciao, come possiamo aiutarti?