Le spese per acquisto mascherine sono detraibili nel 730/2021 (redditi 2020)

La Circolare n. 11/E del 6 Maggio 2020 pubblicata dall’Agenzia delle Entrate ha chiarito che le spese sostenute per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e, in particolare, delle mascherine di protezione godono della detrazione prevista per le spese sanitarie spettante nella misura del 19% della parte che eccede i 129,11 euro nella dichiarazione dell’anno prossimo 730/2021 (redditi 2020)

Per beneficiare della detrazione mascherine protettive devono rientrare fra i dispositivi medici individuati dal ministero.

Bisogna però fare attenzione, in questo periodo di emergenza COVID-19, potrebbero essere immessi in commercio anche prodotti non aventi le caratteristiche per rientrare nella categoria di dispositivo medico individuati dal Ministero della Salute.

Per beneficiare della detrazione nel Modello 730/2021 (redditi 2020) è necessario che:

  • dalla certificazione fiscale (scontrino o fattura) risulti chiaramente:
  1. La descrizione del prodotto acquistato
  2. Il soggetto che sostiene la spesa
  3. La natura del prodotto. In quanto dispositivo medico, può essere identificata anche mediante le codifiche utilizzate per trasmettere i dati al Sistema tessera sanitaria, come il codice ADspese relative all’acquisto o affitto di dispositivi medici con marcatura Ce”.

Se il documento di spesa riporta il codice AD, ai fini della detrazione non è necessario che sia riportata anche la marcatura Ce. Nel caso in cui non lo contenga, bisogna conservare la documentazione dalla quale risulti il marchio Ce, se il dispositivo è incluso nella “Banca dati dei dispositivi medici” pubblicato sul sito del ministero della Salute; se non compreso nell’elenco, invece, dovrà essere conservata anche l’attestazione di conformità alla normativa europea.

Tali spese, infine, sono detraibili anche se i dispositivi non sono acquistati in farmacia, a patto che risultino soddisfatte le condizioni indicate.