Le spese pagate a soggetti di intermediazione immobiliare per l’acquisto di una unità immobiliare da adibire ad abitazione principale sono detraibili dall’IRPEF nella misura del 19% di detti compensi.

L’importo non può essere superiore a 1.000 euro per ciascuna annualità (articolo 15, comma 1, lettera b-bis, Tuir).

Se l’acquisto non si definisce e quindi non c’è la stipula del contratto di compravendita la detrazione non è possibile (circolare n. 34/E del 4 aprile 2008, paragrafo 13.1).